Bias cognitivi: confirmation bias

bias cognitivi confirmation bias amici

Bias cognitivi: confirmation bias

Image

INTRODUZIONE

Credi a quello che vuoi credere, proprio come tutti gli altri esseri umani.
Sei sicuro che il tuo modo di vedere la realtà corrisponda proprio a come stanno veramente le cose? Esiste un effetto cognitivo che potrebbe ingannarti e farti credere di avere ragione, anche quando non è così.
In questa guida scopri questo effetto, impari a riconoscerlo e inizi subito a gestirne gli effetti.

COS'È E COME FUNZIONA IL CONFIRMATION BIAS

Il bias di conferma (anche noto come pregiudizio di conferma o nella versione inglese confirmation bias) è quel #bias cognitivo che, molto spesso, porta il tuo cervello a concentrarsi solo sulle informazioni che possono confermare le tue credenze.
Quando prendi una decisione, è come se il tuo cervello non prendesse nemmeno in considerazione tutto ciò che può sconfessare le tue credenze nascoste: i dati in linea con il tuo modo di pensare, invece, guadagnano molta più credibilità ai tuoi occhi. Capita più volte al giorno: quando ti confronti con un'altra persona che magari non la pensa al tuo stesso modo, quando devi scegliere se fare o meno un certo tipo di investimento per il tuo business, oppure quando ragioni sui tuoi obiettivi e i risultati che vuoi raggiungere.
Questo errore cognitivo è così comune che, addirittura, nei Paesi anglofoni se ne parla anche nel linguaggio comune di tutti i giorni ed esiste un modo di dire che viene utilizzato proprio in riferimento al modo in cui selezioniamo informazioni e fonti in base alle nostre convinzioni: "cherry-picking".
Scopri HCE Sales Prime
Il primo corso di neuroscienze applicate alla vendita.
Inizia da qui

I RISCHI DI QUESTO ERRORE COGNITIVO

Un confronto con un'altra persona potrebbe diventare una discussione o addirittura un litigio: il confirmation bias potrebbe farti intestardire sulla tua posizione senza minimamente prendere in considerazione altri opinioni che, in realtà, potrebbero forse essere più utili. Hai mai incontrato una persona che quando si fissa su un concetto, non si muove di un millimetro dal suo punto di riferimento? Ecco, sicuramente quella volta c'era di mezzo anche questo errore cognitivo. Nella relazioni, saper gestire questo bias è fondamentale.

Poi, le scelte in ambito professionale: se ad esempio in cuor tuo sei convinto di qualcosa, allora cercherai (consapevole o meno) tutte le possibili prove a favore della tua convinzione. Qual è l'investimento giusto per l'azienda? Oppure, sei davvero sicuro che questa sia la giusta strategia marketing? Sono migliaia le scelte che possono essere influenzate dal bias di conferma e, soprattutto nel lavoro, il rischio è quello di sbagliarne anche solo una e perdere tanto tempo e tanti soldi.

E negli obiettivi? Anche negli obiettivi, di qualsiasi tipo e genere, il pregiudizio di conferma può farti perdere quel pizzico di imparzialità, importantissima per capire quale obiettivo è troppo ambizioso e quale, magari, punta troppo in basso. E invece, cosa succede? Questo meccanismo della tua mente ti rende di parte. Nello specifico, dalla parte delle tue opinioni, delle tue convinzioni e delle tue credenze. E, così, potresti non renderti conto dei tuoi limiti o al contrario sovrastimare le tue capacità!
Image

3 STRATEGIE PER GESTIRE IL TUO PREGIUDIZIO DI CONFERMA

Per le tue relazioni personali
Per andare in controtendenza e iniziare a gestire il pregiudizio di conferma - oltre alle strategie molto pratico di cui abbiamo già scritto nell'articolo sui #bias cognitivi - dedica del tempo ad accogliere opinioni diverse dalle tue. Ascolta una persona che la pensa diversamente e mettiti in gioco: "...e se in realtà avesse ragione lui?". Domandatelo e datti una risposta sincera. Sarà un'opportunità unica per allenare il tuo cervello a allargare le tue vedute.

Per il tuo business
Ognuno ha le proprie idee di business e di come gestirlo al meglio. E se la tua idea fosse sbagliata? Rispetto al tuo lavoro, alle capacità che hai o che devi sviluppare, a come gestire un team e così via. Ecco la strategia: informati - e se necessario studia - fondi e argomenti che sono in contrasto con le tue convinzioni. In questo modo, potrai arricchire esponenzialmente il tuo bagaglio di conoscenze, oltre che a gestire il bias di conferma.

Per i tuoi obiettivi
Quando pianifichi i risultati che vuoi raggiungere, pensa anche alle opzioni che hai escluso a priori. Prendi carta e penna: se pensi che raggiungere l'obiettivo sarà semplice e tutto andrà per il verso giusto, allora scrivi almeno 3 motivi per cui potrebbe andare diversamente; se pensi che raggiungere l'obiettivo sarà troppo difficile, allora scrivi almeno 3 motivi per cui potrebbe andare diversamente.

CONCLUSIONE

Ora sai come funziona anche questo #bias cognitivo.
Ricordati: può innescarsi in ogni situazione, sia nelle interazioni con gli altri, sia quando sei da solo con i tuoi pensieri.
Comincia immediatamente ad applicare gli strumenti che hai appreso per gestirlo e, per prepararti ancor di più, continua ad approfondire, perché ci sono molti altri #bias che potrebbero limitare le tue performance.
Ora sai come funziona questo aspetto della realtà: per scoprire di più, iscriviti al canale YouTube.
Image
Scopri HCE Sales Prime
Il primo corso di neuroscienze applicate alla vendita.
Inizia da qui

Potrebbe interessarti anche

Fermate quei video.

February 29, 2020

Non funzionano: i video della serie l'Italia "non si ferma" peggiorano le cose. Scopri gli effetti della comunicazione sul cervello degli esseri umani

30